Aziende
Il giardino in un vaso
Il giardino in un vaso

Vasi e vasche fissi e mobili, quali materiali scegliere?

di Martino Buzzi, giardiniere paesaggista | 

Il classico vaso di terracotta è sicuramente il più conosciuto. Anche se la sua presenza risale ai tempi antichi, non passa mai di moda e, con le varie forme, è adatto a molti luoghi del terrazzo o del giardino. Veniva usato in ville signorili o castelli per coltivare piante tropicali che, a determinate latitudini, era impossibile piantare in terra piena. Gli agrumi erano per eccellenza le piante più coltivate in questi grandi vasi sistemati nelle verande delle ville, che in questo modo potevano passare l’inverno anche nelle regioni con clima gelido. Le nuove fioriere in terracotta sono però ancora attuali e possono essere usate sui terrazzi di case moderne, con le loro forme diverse, le loro pareti lisce o ricamate. Una cosa da verificare prima dell’acquisto di un vaso di terracotta che rimarrà all’esterno tutto l’anno, è che sia di tipo resistente al gelo. Anche il legno è un materiale adatto alla coltivazione di piante e fiori, un ottimo esempio sono le botti tagliate a metà longitudinalmente che possono in questo modo diventare degli originali contenitori per vegetali. Più rustico e adatto alla montagna, è il tronco scavato di abete o meglio di larice. Questo è più indicato alla piantagione di fiori di stagione, che creano un bel contrasto con i loro sgargianti colori. Altro tipo di materiale molto usato per vasche da fiori è sicuramente il cemento. Se ne trovano infatti di varie dimensioni, forme e finiture: liscio, sabbiato o lavato e viene utilizzato in molti ambienti permettendo la coltivazione di un gran numero di piante. Chi possiede un grande terrazzo potrà coltivare molte piante in queste fioriere, avendo l’impressione di vivere immerso nel verde di un giardino. Conifere, cespugli, perenni e annuali ben si adattano a crescervi e, grazie ad una riserva d’acqua e ad un buon impianto d’irrigazione, la manutenzione si ridurrà al minimo. Negli ultimi anni ha fatto la sua comparsa anche il metallo. Materiale antico che ben si addice anche alle dimore più moderne. Il metallo ossidato (arrugginito) è di gran moda e viene usato molto sulle terrazze, nei giardini d’inverno e nelle verande e, accostato alla pietra naturale, crea un contrasto eccellente. Sul mercato si possono trovare anche dei contenitori in acciaio inox, che, oltre a fungere da fioriere, possono essere utilizzati per creare dei bei giochi d’acqua molto apprezzati in giardino. Sicuramente anche la pietra naturale è un buon materiale per la messa a dimora di fiori e il nostro gneiss ticinese o grigionese ne sono i migliori esempi. Un altro materiale molto usato per le vasche è l’Eternit dalle forme e dai colori più disparati può accontentare anche il cliente più esigente. La sua leggerezza è ideale per chi ama variare spesso la disposizione dei propri vasi sul terrazzo e permette anche l’eventuale cambio di colore, meglio se eseguito da un professionista. I più moderni e disparati materiali plastici sono anche molto adatti per questo tipo di oggetti e vengono utilizzati soprattutto per l’interno e per la coltivazione di piante tropicali d’appartamento. Sono spesso dotati di una riserva d’acqua e adatti per la coltivazione in idrocoltura. Sul mercato se ne trovato di innumerevoli misure, forme e colori, adattabili a qualsiasi ambiente e situazione. I più creativi possono sicuramente inventarsi i loro vasi con materiali di recupero: un vecchio paiolo in rame, un contenitore di latta, un vecchio scarpone, un bel vaso di vetro, una cassetta per il vino in legno, un vecchio cassetto, un cesto di vimini, una vasca da bagno, una vecchia cassettiera e perfino un paio di jeans. Questi sono alcuni dei materiali che più frequentemente vengono utilizzati come vasche e vasi da fiore ed il mercato soddisfa praticamente ogni richiesta. Con il consiglio di un bravo professionista, qualsiasi situazione può portare ad avere un’oasi di verde anche in mezzo al cemento di una città.

Il giardino in un vaso Il giardino in un vaso Il giardino in un vaso Il giardino in un vaso Il giardino in un vaso
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter